MENU

MENU
20211025_104220

Osservatorio Mims Sindacati

9 dicembre 2021 • Edilizia, evidenza, News

OGGI PRIMO INCONTRO DELL’OSSERVATORIO NAZIONALE MIMS -SINDACATI PER LA SICUREZZA NEI CANTIERI.

“Quello di oggi è stato il primo incontro da quando si è costituito l’Osservatorio  Nazionale, un incontro positivo e soprattutto fattivo” – è quanto dichiarato da Vito Panzarella, segretario generale Feneal a margine dell’incontro di oggi presso il Ministero. L’Osservatorio è stato previsto dall’accordo del 25 ottobre sottoscritto tra il Ministero delle Infrastrutture e Mobilità Sostenibili, le organizzazioni sindacali del settore edile e le principali stazioni appaltanti per garantire condizioni di massima sicurezza nei cantieri delle opere pubbliche, a partire da quelli commissariati e quelli del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza.

“L’incontro di  oggi – fa sapere il sindacato – si è focalizzato sulle modalità di monitoraggio delle condizioni di lavoro nei cantieri e sulle modalità del subappalto e misure stringenti per prevenire infiltrazioni criminali nella realizzazione di opere pubbliche.“Abbiamo condiviso una modalità di monitoraggio tramite la banca dati in costruzione a livello nazionale sull’esecuzione e sugli stati di avanzamento sia degli interventi commissariati sia degli interventi finanziati dalle risorse del PNRR – spiega Panzarella. Inoltre abbiamo avanzato la proposta di definire delle linee guida contenenti una “clausola generale”, al fine di garantire il pieno rispetto delle nuove norme in materia di tutela dei lavoratori in sub appalto per uniformare le modalità di autorizzazione del subappalto, condizionandolo alla verifica del Contrato Collettivo Nazionale di Lavoro utilizzato e alla congruità della forza lavoro applicata.”

Dai sindacti poi la richiesta che il Mims si faccia parte attiva nei confronti del Ministero degli Interni, per facilitare, premessa la competenza delle Prefetture in materia, l’individuazione di quelle lavorazioni a maggior rischio di infiltrazioni per cui le stesse stazioni appaltanti possono valutare di non sub appaltare tali attività. Ed infine l’invito per le opere ancora non oggetto di accordo sindacale territoriale, di convocare i tavoli previsti dalle stesse intese sottoscritte.

L’incontro ha consentito di approfondire questioni specifiche tra cui  la turnazione h24, la gestione delle squadre di lavoro, le tipologie di lavorazione a rischio di infiltrazioni, il tracciamento dei materiali, la gestione delle nuove normative in materia di subappalto. Questi profili sono stati verificati oggi con riguardo ai cantieri commissariati e con la prospettiva che le soluzioni individuate possano essere alla base anche delle scelte di progettazione ed esecuzione dei lavori del Pnrr.

 

« »