MENU

MENU
HOLCIM EARNS

Nuovi tagli alla Holcim

20 maggio 2016 • cemento, News Territoriali

Tagli alla Holcim: a rischio 73 lavoratori su 317
L’annuncio dalla società. I sindacati respingono il piano e scattano 48 ore di assemblea permanente
Torna l’agitazione alla Holcim.
La più grande multinazionale del cemento presente in Italia ha infatti comunicato al coordinamento delle
Rsu e ai rappresentanti sindacali di Feneal- Uil, Filca- Cisl e Fillea-Cgil della Lombardia che avvierà una
nuova riduzione di personale.
A rischio 73 lavoratori su 317 addetti occupati tra Holcim Italia e Holcim Aggregati e Calcestruzzi srl. Si
tratta di 22 lavoratori che operano nello stabilimento di Merone e nelle cave su 50 addetti, altri 21 lavoratori
delle strutture di gruppo (ovvero staff, amministrazione e commerciale, ndr.) su 60 addetti e ulteriori 30
esuberi nella società Calcestruzzi e Aggregati srl ( 20 nell’area commerciale e 10 nella produzione) su 100
addetti.
Un piano che i sindacati, alla fine dell’incontro di ieri mattina, hanno respinto e al quale hanno deciso di
rispondere con 48 ore di assemblea permanente in tutti gli stabilimenti per decidere, in attesa di nuovi
sviluppi, quale risposta collettiva da dare all’azienda.
«È un piano che non possiamo accettare – spiega per conto dei tre i sindacati in maniera unitaria Enrico
Marconi della Feneal-Uil – è una presa di posizione che non ci aspettavamo, anche perché la decisione
odierna dell’azienda modifica il piano industriale definito sia in sede sindacale che ministeriale, con accordo
sottoscritto nel 2013». «Non possiamo permetterci – aggiungono i sindacati – l’ennesima riduzione
occupazionale che mette in discussione la soglia minima sotto la quale il primo gruppo al mondo del
cemento Lafarge-Holcim avrebbe convenienza a restare in Italia».
Dal canto suo l’azienda spiega la decisione con la difficile situazione dell’industria dei materiali da costruzione, caratterizzata da una
domanda debole e da continue pressioni sui prezzi che ha messo in gravi difficoltà economico-finanziarie
tutti gli operatori del settore.

« »