MENU

MENU
20211201_103334

Esecutivo Feneal

1 dicembre 2021 • evidenza, News

Oggi Esecutivo Nazionale FenealUil con il Segretario Generale Uil Pierpaolo Bombardieri.

 

Il Segretario Generale Feneal Panzarella ribadisce le questioni centrali per un rilancio in qualità del settore. “La priorità é la dignità lavorativa e la sicurezza. Perché non esiste casualità. Le norme vanno applicate e le regole rispettate. A fronte delle ingenti risorse destinate al settore, occorre governare le politiche con interventi mirati che promuovano la qualità del settore insieme alla sua crescita. La congruità, gli accordi con il Ministero delle infrastrutture per la buona occupazione, la lotta contro il massimo ribasso, il lavoro fatto per evitare ricadute negative derivanti dalla liberalizzazione del subappalto, i primi provvedimenti sulla sicurezza sono tasselli importanti di un percorso che deve proseguire per creare le migliori condizioni lavorative. Attuare la patente a punti e anticipare la pensione ai lavoratori fel settore che svolgono le mansioni più gravose è urgente. Il cantiere, la cava, la fabbrica, ciascun luogo di lavoro, deve diventare un posto più sicuro e attrattivo, anche per i giovani, e in cui le tutele siano uguali per tutti coloro che svolgono lo stesso lavoro.

Tantissimi gli spunti derivanti dagli interventi dei segretari territoriali: il rinnovo del contratto edile e la partita contro il sottoinquadramento, la ripresa e la contrattazione negli impianti fissi, il rispetto dei perimetri contrattuali, l’importanza della formazione a partire dalle scuole, ma anche della cultura e della diffusione della consapevolezza tra tutti i soggetti coinvolti, pubblici e privati, i progetti d’inclusione per gli immigrati, la proposta di avere non solo più ispettori ma anche figure esclusivamente dedicate al settore costruzioni che resta tra i più colpiti dalla piaga degli infortuni e delle malattie professionali.

A conclusione dei lavori è intervenuto il Segretario Uil Pierpaolo Bombardieri. Continua la mobilitazione e l’impegno per una manovra di bilancio più equa, contro le diseguaglianze e per una giusta redistribuzione della ricchezza. Ora é il momento di rivendicarlo e di ottenerlo! I giovani e gli anziani insieme e non contro. Le donne e il welfare. Le pensioni. I lavori usuranti. Più politiche attive del lavoro, più sicurezza e prevenzione, meno precariato e maggiore dignità lavorativa contro la logica del profitto. Terzo Millennio, la Uil di domani e il sindacato delle persone.

« »