MENU

MENU
323625582_1113842832624294_2741012453108782801_n

Dal sito Uil

3 gennaio 2023 • Edilizia, evidenza, News

I numeri delle denunce di infortuni sul lavoro nel nostro Paese sono tragici. Molti i settori purtroppo in crescita, tra i quali il settore delle costruzioni   che registra un aumento del +21,3%.

Le denunce presentate all’Inail entro lo scorso mese di novembre sono state 652.002, in aumento del 29,8% rispetto alle 502.458 dei primi 11 mesi del 2021 (+32,5% rispetto alle 492.150 del periodo gennaio-novembre 2020 e +10,4% rispetto alle 590.679 del periodo gennaio-novembre 2019), 1006 morti sul lavoro nei primi 11 mesi del 2022. Un aumento che segna un peggioramento rispetto al periodo pre-pandemico, segno di una corsa sfrenata al profitto.

Molti i settori purtroppo in crescita, tra i quali trasporto e magazzinaggio. costruzioni e commercio.

Questo è un trend allarmante, indegno di un Paese civile! C’è bisogno di più controlli, più ispezioni ma anche più attenzione alla prevenzione e alla formazione dei lavoratori. La sicurezza sul lavoro non è un’opzione, ma un diritto da garantire!

#ZeroMortiSulLavoro.

Leggi la dichiarazione della Segretaria Confederale (Ivana Veronese, Segretaria Confederale UIL)
https://bit.ly/Veronese-SicurezzaLeggeDiBilancio

« »