MENU

MENU
pensioni-ape-social-inps

Ape Social

13 luglio 2017 • Edilizia, evidenza, News

Ape Social: per gli edili vale l’attestazione Casse Edile/Edilcassa.
Lo ha precisato l’Inps in seguito alle difficoltà segnalate dalle organizzazioni sindacali.

E’ stata diffusa ieri la circolare Cnce con cui si chiarisce che i lavoratori edili possono richiedere l’attestazione sostitutiva contributiva per l’Ape Sociale direttamente alle Casse Edili così come da messaggio Inps n. 2884 dell’11 luglio. In sostanza, i 6 anni contributivi sugli ultimi 7 anni lavorati (in presenza dei 36 anni totali di contribuzione), possono essere attestati dalle Casse Edili Territoriali su presentazione del lavoratore di apposita richiesta, in sostituzione della dichiarazione del datore di lavoro.

Un chiarimento importante e sollecitato dai sindacati di settore dal momento che la documentazione richiesta per la presentazione della domanda attraverso la circolare n. 99, con cui l’Inps nei giorni scorsi aveva definito le istruzioni per l’accesso all’Ape Social, è facilmente reperibile attraverso le casse edili. Ciò risolve la questione che rischiava di creare ulteriori problemi per gli operai edili, già danneggiati da criteri di accesso che limitano di molto la platea e che da tempo chiediamo di modificare.

La circolare, infatti, imponeva al lavoratore di consegnare la dichiarazione del datore di lavoro per certificare la prestazione svolta negli ultimi anni dal dipendente, che nel caso degli edili molto spesso sono molteplici data la discontinuità del loro lavoro e non facili da reperire in breve tempo.

Ricordiamo che la scadenza per la presentazione delle domande è fissata il giorno 15 luglio e che i lavoratori edili che potrebbero accedere all’APE sociale, anche in coordinamento con i Patronati Territoriali.

VAI AL SITO CNCE

« »